Ostia Antica - hikingarch

Ostia Antica: una meraviglia dimenticata?

Anche se sono romana devo ammettere che non avevo mai visitato le rovine di Ostia Antica, un itinerario archeologico indubbiamente affascinante che si snoda tra le costruzioni dell’antica città portuale costruita nel 4° secolo a.C e che nel suo momento di massima espansione ospitò 100.000 abitanti.

Proseguendo nell’esplorazione delle coste romane, la scorsa settimana abbiamo parcheggiato nel borghetto medioevale nelle vicinanze del castello di Giulio II, progettato dall’architetto fiorentino Baccio Pontelli, che con i suoi torrioni circolari controllava e proteggeva il borgo fatto costruire da nell’830 d.C. da Gregorio IV.

Ostia Antica - hikingarchProseguendo sulla strada che costeggia le mura verso destra si raggiunge l’ingresso agli scavi e dopo aver pagato il biglietto -10 euro – inizia la passeggiata sul Decumano Massimo, l’arteria principale della città antica che collega l’entroterra al mare. Perpendicolari a questa strada, i cardi conducono a tutte le architetture più interessanti.

20150523_160404Le rovine che impressionano di più per la maestosità delle strutture sono quelle del teatro, costruito ai tempi di Agrippa e restaurato da Settimio Severo e Caracalla, del Capitolium, il tempio dedicato alla triade capitolina, il Piazzale delle Corporazioni, con gli uffici delle rappresentanze commerciali di tutto il mondo ed un mosaico che raffigura le imbarcazioni, i pescatori e gli animali.

La costruzione che mi ha più colpito tra le rovine di Ostia Antica è stata la Domus di Amore e Psiche, con la sua piccola scultura che rappresenta i due amanti che si baciano e che ti accoglie con la sua bellezza inaspettata in un’abitazione poco lontana dal Decumano Massimo.

Ostia antica - hikingarchPerchè Ostia Antica è una meraviglia dimenticata? Purtroppo durante la passeggiata, oltre a provare stupore per le strutture che tolgono il fiato costruite dagli antichi romani, spesso mi si è spezzato il cuore nel vedere una tale bellezza sprecata. Mosaici con le tessere sparse per tutta l’area archeologica, che volendo avremmo potuto portare a casa tranquillamente, pitture con incise le firme di simpatici turisti, erbacce tra le mura in opera reticolata e tutti i segni dell’incuria e dell’abbandono.

Ho visto i turisti meravigliarsi dell’indifferenza delle amministrazioni, chiedendosi come si fa a lasciare in tale stato un patrimonio storico e culturale così prezioso e non ho saputo come giustificare un simile comportamento. Durante tutta la visita e la passeggiata di cinque chilometri non ho visto nessun addetto alla sorveglianza delle rovine, dei mosaici e delle statue, quindi andate a visitare queste bellissime rovine prima che sia troppo tardi.

Ostia Antica - hikingarch

Immersed in the greenery of the pinewood, washed by the sea, this section of the coast tells an age-old story in which the remains of ancient Ostia facing the Borgo of an ancient city waited until the last century for the birth of modern Ostia.

Partenza itinerario tra gli scavi di Ostia Antica: 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>