Cammino di Santiago: le scarpe perfette

Cammino di Santiago: le scarpe perfette

Le scarpe perfette per il Cammino di Santiago di Compostela purtroppo non esistono però posso darvi qualche consiglio per limitare i danni. Dopo i consigli su come comporre lo zaino ecco la mia risposta ad un’altra delle domande che mi pongono più frequentemente: “Con quali scarpe mi consigli di partire? Tu come ti sei trovata?”

Un paio di mesi prima di partire ho comprato un paio di scarponcini da escursione di “La Sportiva”, precisamente il modello FC ECO 3.0 GTX, con la suola in Vibram e la tomaia impermeabile in Goretex. Queste scarpe sono studiate per tracciati abbastanza semplici e per garantire il maggiore comfort possibile durante la passeggiata, una descrizione perfetta per il Cammino di Santiago. Ormai quel modello non esiste più e penso sia stato sostituito da questo: La Sportiva Hyper Mid GTX Black/Red 44. Probabilmente hanno migliorato molto la scarpa risolvendone i problemi che durante il Cammino di Santiago mi hanno causato la tendinite.

Purtroppo io sono tornata praticamente strisciando con la tendinite al collo del piede e un bel po’ di vesciche ma ho fatto alcuni errori, che spero che voi leggendo questo post riusciate ad evitare.

1° errore: Ho comprato un paio di scarpe nuove appositamente per il Cammino di Santiago. Cosa sbagliatissima. Conviene usare le scarpe che si hanno già da tempo, un po’ deformate e non fa niente se i tacchetti non sono più quelli di una volta perchè i giorni di vera montagna sono veramente pochissimi e non c’è assolutamente bisogno di una suola nuova. Le ho utilizzate un po’ di volte prima del cammino ma sicuramente tre o quattro escursioni di mezza giornata non sono abbastanza, quindi conviene utilizzare scarpe che si hanno almeno da 6 mesi per essere sicuri che abbiano preso la forma del piede.

2° errore: Avevo comprato una fantastica cremina di Decathlon da mettere prima dei calzini per evitare le vesciche e mi stavo trovando benissimo. Ad un certo punto per pigrizia e superbia ho smesso di metterla e in men che non si dica mi sono riempita di vesciche. Quindi vi consiglio non solo di comprarla ma di non dimenticarla mai, sono 3,51 € di pura magia.

3° errore: Non aver portato i sandali. Molto spesso vi capiteranno delle giornate miste, con una parte su un sentiero o una strada sterrata ed un’altra su strada asfaltata. A quel punto togliersi le maledette scarpe e mettersi dei sandali è una vera e propria “svolta”, io li ho comprati a metà cammino e mi sono trovata benissimo. Erano molto simili a questi.

Se dovessero venirvi la vesciche io vi consiglio di evitare i cerotti appositi ed usare semplicemente un po’ di disinfettante tipo Betadine e delle garze, tanto i Compeed purtroppo non resistono per 30 km.

Consigli per scegliere le scarpe da portare nel Cammino di Santiago:

  • Non usare scarpe da trekking con la suola molto rigida, alcuni avevano modelli addirittura ramponabili, che sono stati abbandonati tra i campi spagnoli perchè inutili e dannosi etroppo pesanti da portare nello zaino
  • Non usare scarpe nuove
  • Scegliere un modello per passeggiate molto semplici, il più possibile traspirante e leggero, non necessariamente con la suola di Vibram
  • Togliere le scarpe ogni volta che ci si ferma

Per rimanere aggiornati sulle novità di hikingarch, i consigli per il Cammino di Santiago e le ultime escursioni non vi resta che iscrivervi alla newsletter!

16 Pensieri su &Idquo;Cammino di Santiago: le scarpe perfette

  1. Pingback:Cammino di Santiago: lo zaino perfetto - hikingarch

  2. Pingback:Certosa di Trisulti, sentiero da Collepardo - hikingarch

  3. I do accept as true with all the ideas you have introduced on your post. They are very convincing and will definitely work. Still, the posts are very short for newbies. May just you please prolong them a little from subsequent time? Thanks for the post.|

  4. Nice post. I used to be checking constantly this blog and I am inspired! Very helpful information specially the last section :) I care for such info a lot. I used to be seeking this particular information for a long time. Thank you and good luck. |

    • Thanks!! I’m very happy that my blog is appreciated by people of other nationalities. Soon I will write other posts about the Camino, I hope you find them useful 😉

  5. Pingback:Vesciche nel Cammino di Santiago, come combatterle

  6. Pingback:Prepararsi al Cammino: 10 escursioni nel centro Italia

  7. Buongiorno! spero che il post non sia troppo vecchio e qualcuno mi risponda…. Vorrei fare il cammino di Santiago (Francese), solo che le scarpe che uso sempre (mizuno 40.5) hanno i tacchetti un pò consumati ho preso delle Quechua 500 Helium tg 42, messe subito ai piedi e mi sto facendo 5 km al giorno, risultato piede gonfio, e ora entrambe le scarpe mi stanno strette alle dita, circolazione in crisi… siccome vorrei partire fra una settimana…insisto con le quechua o punto su altre scarpe?
    ho provato diverse, tra le quali:
    Salomon Wings Flyte
    Salomon Ultra prime
    Salomon XR mission (ma qualcuno si è lamentato)
    Salomon ultra 3d gtx (le più comode e costose ma in Gore-tex)
    Dalle mie parti forse la crisi o boh, solo grossi negozi con la roba più commerciale a pianta stretta (io larga)…

    Grazie.

  8. Tammy ~ thanks for your comment!Susan and Kutty ~ if you’re still around, I’d be happy to give you my thoughts! I’m sorry I missed your comments until now. But, if you still need tips on how to stay focused and achieve goals, I’d be happy to help…just let me kn2L8#&o30;waurie

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>