Cammino di Santiago - hikingarch

Cammino di Santiago: 10 cose da mettere nello zaino

In questo periodo nel 2011 ero alla ricerca di qualcuno che mi aiutasse a preparare lo zaino perfetto per il Cammino di Santiago, che avrei affrontato a settembre. Vagando su siti e forum e leggendo guide e libri ho trovato moltissimi consigli ma comunque una volta arrivata alla partenza su alcuni fronti mi sono trovata impreparata.

Ecco i miei 10 consigli per affrontare equipaggiati al meglio il Cammino di Santiago di Compostela:

  • Borraccia: non affidatevi alle bottiglie di plastica, la borraccia è necessaria. E ne serve una buona. Io ne avevo una di Decathlon che ogni tanto ha gocciolato dal tappo perché a volte non chiudeva benissimo e molto spesso mi è capitato di vedere persone che svuotavano tutto lo zaino perché la loro borraccia le aveva tradite.
  • Tappi per le orecchie: per quanto possiate avere il sonno pesante spesso vi capiterà di dormire in camerate con 50 persone (o anche di più) e se di queste 50, 30 russano è un problema serio. Io ho passato le prime due notti in bianco poi ho comprato i tappi ed è stata tutta un’altra cosa.
  • Sapone concentrato per la lavatrice: Dovendo sopravvivere un mese con uno zaino da 10 chili ogni tre o quattro giorni vi troverete a fare la “lavadora”che troverete negli hospital sul percorso, che però molto spesso sono sprovvisti di sapone. Se ne comprate un flaconcino di quelli concentrati da campeggio dovrebbe bastarvi per dieci lavaggi che più o meno equivalgono a un mese, senza appesantirvi con le confezioni da supermercato.
  • Magliette in microfibra: si asciugano velocissimamente e quando sarete sudati nel bel mezzo delle mesetas o quando vi capiterà un acquazzone l’unica cosa che desidererete è asciugarvi in fretta.
  • Sandali : per la precisione quelli brutti che i tedeschi mettono con i calzini. Io non li volevo perché li trovavo orripilanti e mi sono ritrovata a comprarli in un paese di 100 anime a cifre amatoriali. Quindi mettete da parte il vostro senso della moda e portateli da casa, perché se vi verranno delle vesciche o vi si gonfieranno un po’ i piedi, di sicuro ne avrete bisogno.
  • Sacchetto per il cibo: quando comporrete lo zaino lasciate un po’ di spazio per il cibo. Spesso per 10 o 15 chilometri non incontrerete negozi quindi è bene avere una barretta di cioccolata, un succo o della frutta secca per rinfrancare il corpo e lo spirito.
  • Cappello e occhiali da sole: in certi punti del Cammino di Santiago percorrerete lunghi tratti senza neanche un albero a farvi ombra. Avere un cappello e degli occhiali da sole aiuta a non affaticare gli occhi e non rischiare l’insolazione nei campi sconfinati della Castilla.
  • Tutore per le ginocchia: Anche se non soffrite di problemi alle ginocchia, nei giorni in cui si scende dalle montagne, visto il peso dello zaino sarebbe meglio avere a portata di mano una ginocchiera. Anche i più eroici hanno ceduto agli schifosissimi tutori rosa carne delle farmacie spagnole, quindi attrezzarsi da casa non è una cattiva idea.
  • Guida: Anche se il percorso è segnatissimo, la guida ci vuole. E’ piena di buoni consigli e di dritte indispensabili. Io avevo quella di “Terre di Mezzo” e mi sono trovata benissimo, non pesa nello zaino e vi troverete a consultarla tutti i giorni.
  • Batteria di riserva e torcia: Per non rimanere senza cellulare nel momento del bisogno, lasciate un po’ di spazio per una powerbank oppure rispolverate il vecchio 3310. La torcia è indispensabile perchè molto spesso nel Cammino di Santiago capita di camminare prima dell’alba e a volte la luce della Luna non basta.

 

Buon Cammino!

 

Cammino di Santiago - hikingarch

5 Pensieri su &Idquo;Cammino di Santiago: 10 cose da mettere nello zaino

  1. Pingback:Cammino di Santiago: le scarpe perfette - hikingarch

  2. Pingback:Budget per il Cammino, quanto si spende? - hikingarch

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>